MEDIAZIONE FAMILIARE

MEDIAZIONE FAMILIARE

​Cosa si intende per Mediazione Familiare!
La Mediazione Familiare è un percorso nel quale la coppia, in un ambiente Neutrale, ha l’opportunità di Negoziare tutte le questioni relative alla propria Separazione, sia dal punto di vista Relazionale che da quello Economico.
Protagonisti indiscussi della Mediazione Familiare sono i coniugi che, grazie all’ausilio di un Terzo Imparziale, tornano ad avere un colloquio sano e riescono, in definitiva, ad elaborare, in prima persona, gli Accordi che meglio si adattano ai bisogni dell’intera Famiglia, specialmente nell’interesse dei Figli.
E’ evidente che gli accordi cosi’ presi si rilevano più condivisi e quindi più soddisfacenti per tutti i membri della Famiglia, con una totale Garanzia che gli stessi siano rispettati.
Come accennato poco prima, gli argomenti che vengono discussi durante il percorso di Mediazione Familiare, riguardano sia la sfera relazionale che quella economica.

Sfera Relazionale: Affidamento di Figli, Bisogni dei Genitori, Continuità Genitoriale, Calendario delle Visite del Genitore non affidatario, Scelte Educative, Comunicazione della Separazione ai Figli.

Sfera Economica: Negoziazione dell’Assegno di Mantenimento, Assegnazione casa coniugale, Impegni economici per i Figli, Divisione dei Beni Comuni.

 

A Chi è rivolta la mediazione familiare
La Mediazione Familiare si rivolge alla coppia coniugata o convivente, con o senza figli, nella fase precedente, contestuale o successiva la separazione o il Divorzio. Essa è decisamente consigliabile anche in presenza di conflitti tra genitori e figli, tra fratelli ed infine tra parenti in lite per questioni patrimoniali.

Più precisamente è lecito affermare che il processo di Mediazione è molto utile per diverse tipologie di coppie:
- Coppie in crisi
- Volontà comune di separarsi
- Volontà di separarsi derivante da uno solo dei partner
- Coppie separate di fatto
- Conflitto avente ad oggetto l’affidamento dei figli e/o il fattore economico
- Coppie separate Legalmente
- Difficoltà nel rispettare le condizioni di separazione

 

Obiettivi

Il mediatore nel periodo di Mediazione Familiare cerca di:
- Accogliere il passato
- Lavorare nel Presente
- Proiettare nel Futuro

Le persone che si rivolgono alla Mediazione Familiare, il più delle volte, presentano stati d’animo diversi, quali:
- Senso di Fallimento, spesso proiettato in atteggiamenti di aggressività;
- Senso di Colpa, di Vuoto, Abbandono.
- Paura
- Vergogna e Paura del Giudizio altrui.
- Senso di Delusione
- Confusione e disorientamento
- Impotenza e Frustrazione

In conclusione gli obiettivi della Mediazione Familiare sono :
- Evitare il ricorso alla Separazione Giudiziale
- Offrire un contesto strutturato e protetto dove raggiungere gli accordi.
- Progettare l’esercizio genitoriale e consentire ai figli di avere una continuità di relazione con entrambi i genitori
- Conservare una relazione significativa con le famiglie di origine
- Offrire un modello di Genitorialità che vada oltre la coniugalità.